Caccavella di mare

caccavella di mare

 

Il contest  Pomorosso D’Autore- Ricette di Pasta, di Mysocialrecipe in collaborazione con La Fiammante e  La Fabbrica Della Pasta di Gragnano è giunto quasi alla fine. Bisognava creare nuove ricette che celebrassero i due ingredienti che forse più ci identificano nel mondo: la pasta e il pomodoro.

Nella prima fase di questo contest #pomorosso ho presentato due ricette (qui e qui) pare con un risultato soddisfacente visto che ora devo riprovarci per la seconda fase

Ho pensato di usare il formato di pasta più grande del mondo, la Caccavella de La Fabbrica della Pasta, pasta di Gragnano IGP.

L’ho profumata al limone, cuocendola in un infuso di bucce limone e poi l’ho farcita con una fresca insalatina di seppia.

Nell’insalatina ho aggiunto dei pomodorini gialli de La Fiammante che ho fatto confit e del bulgur reidratato con l’acqua di conservazione dei pomodorini stessi. La vivacità del limone e il dolce dei pomodorini hanno regalato a questo piatto tutta la freschezza dell’estate.

 

Caccavella di mare
Write a review
Print
Ingredients
  1. 2 caccavelle de La Fabbrica della Pasta di Gragnano
  2. 1 confezione di pomodorini gialli de La Fiammante
  3. ½ tazzina da caffè di bulgur
  4. 2 seppie di media pezzatura
  5. 10 tra taratufi e fasolari
  6. Gamberetti (una decina)
  7. Limone (succo, bucce e zeste)
  8. 1 spicchio d’aglio
  9. Timo limone e maggiorana
  10. Sale
  11. zucchero
  12. pepe
  13. Olio extravergine di oliva
Instructions
  1. La sera prima, in una pentola mettete le bucce di un limone, prive dell'albedo, in infusione in acqua bollente.
  2. Separate i pomodorini dalla loro acqua di conservazione. Sistemate tutti i pomodorini su una placca forno e conditeli con sale, zucchero olio e erbette aromatiche. Infornate a 125°C per circa un’ora.
  3. Mettete il bulgur in una ciotola. Fate bollire l’acqua di conservazione e salate. Prelevatene una quantità doppia rispetto al bulgur, in questo caso una tazzina da caffè, e versatela sul bulgur. Coprite finché il bulgur non si reidrata, circa 10 minuti, sgranate e mettete da parte.
  4. Mettete a bollire dell’acqua, nella quale avete aggiunto il succo di circa mezzo limone e il mezzo limone stesso. Pulite le seppie avendo cura di mettere da parte le sacchette del nero. A bollore salate leggermente e lessate i filetti di seppia ed i tentacoli. Fate raffreddare. I filetti tagliateli sottilmente e conditeli con sale, olio, pepe, zeste di limone, timo limone ed un pochino di zenzero. I tentacoli passateli in padella con un filo d’olio. Salate e pepate.
  5. Saltate i gamberetti in padella con un filo d’olio. Sgusciateli e conditeli con sale e olio.
  6. In una casseruola mettete i frutti di mare con uno spicchietto d’aglio e fateli aprire.
  7. Portate a bollore l’infuso di limone e fate cuocere le caccavelle. Scolatele bene e ungetele leggermente con dell’olio. Devono rimanere tiepide al momento del servizio.
  8. Nel frattempo, mescolate l’insalatina di seppie con il bulgur, i frutti di mare sgusciati, i gamberetti ed i pomodorini confit e disponete il tutto nelle due caccavelle.
  9. Decorate il piatto con un pochino di nero di seppia, i suoi tentacoli e qualche pomodorino confit. Spolverate con altre zeste di limone e servite.
Notes
  1. Le dosi sono per due persone
  2. Se, come me , vi fate pulire le seppie dal pescatore, chiedetegli la sacchetta del nero.
SosiDolceSalato https://www.sosidolcesalato.com/

caccavella di mare

Con questa ricetta partecipo al contest #pomorosso

No Comments

Leave a Comment