martedì 24 febbraio 2015

Baci Ricotta e Pera

Ci vuole meno a fare i cioccolatini che a scrivere il post!. E non perché sia particolarmente laborioso scrivere il procedimento...anzi!! Ma è che proprio il tempo mi sfugge dalle mani.
Dopo i Baci classici ho voluto provare una variante e per il ripieno mi sono liberamente ispirata ad un dolce che piace molto a casa mia...la torta ricotta e pera.
Il procedimento è lo stesso indicato da Annarita nel suo post.


Baci Ricotta e Pera

Per circa 50 baci:

150 g ricotta
100 g panna fresca
120 g zucchero a velo
50 g granella di mandorle

1/2 pera abate

400 g cioccolata fondente

Montate la panna
In un'altra ciotola setacciate la ricotta che mescolerete con lo zucchero.
Aggiungete la panna e mescolate dal basso verso l'alto, cercando di non smontarla troppo.
Aggiungete la granella di mandorle.
Riponete in frigo una mezz'ora. 
Tagliate la pera a cubettini di circa 1 cm e  metteteli  immediatamente in acqua fredda leggermente acidulata.
Mettete la crema di panna e ricotta in una sac a poche e su una placchetta formate dei ciuffetti. Scolate i cubettini di pera
asciugateli con un po' di carta e sistematene uno per ogni ciuffetto preparato. Mettete in congelatore per circa 2 ore.
Tritate la cioccolata fondente e scioglietene 300 g a bagnomaria. Quando è tutta sciolta aggiungete la cioccolata rimanente ( si chiama temperaggio per inseminazione).
Riprendete il ripieno dal freezer. Per non abbassare troppo la temperatura del cioccolato, non vi ho immerso direttamente il ripieno, ma ho colato la cioccolata sopra. Quando il cioccolato si è rappreso bene ho passato la base nel cioccolato in modo che tutto il ripieno ne sia avvolto.
Mettete di nuovo tutto in congelatore e serviteli ben freddi.

Note: 

  • Tutto il lavoro l'ho eseguito prelevando una decina di ripieni per volta dal freezer altrimenti si scongelava tutto.
  • Li abbiamo gustati sia freddi che a temperatura  ambiente: i pareri sono discordanti: a me e ai vicini sono piaciuti freddi a mio marito a temperatura ambiente...sono gusti fate voi!


Con questi baci partecipo all'MTC n° 45

mercoledì 18 febbraio 2015

Baci ... proprio come quelli veri!



Questo mese su MTC un classico della cioccolateria italiana : il Bacio.
Mai e poi mai avrei pensato che fosse così semplice da realizzare, ma grazie al dettagliatissimo post di Annarita anche un'imbranata come me ha fatto la sua porca figura!! ^__^
Oddio, ho cercato la via più semplice lo confesso!! Il passaggio fondamentale è il temperaggio della cioccolata su un tavolo di marmo: consiste nell'abbassare la temperatura della cioccolata fusa in modo da  stabilizzare i cristalli di burro cacao.... a parte che non ho il marmo, cosa a cui avrei potuto ovviare, ma conoscendomi avrei seminato cioccolata ovunque tranne che sui cioccolatini. Ho optato, quindi, per la tecnica di inseminazione, che mi sembrava più semplice e pulita. 
Ho imparato a fare i cioccolatini e anche che quando si ha a che fare con la cioccolata sciolta la parola "pulito" è pura utopia!!


Avevo immaginato un ripieno aromatizzato al mandarino, o anche a qualcosa di più piccantino con lo zenzero o addirittura col peperoncino, ma poi ho pensato di tenermi sul classico tanto per cominciare


per 25-30 baci

240 g cioccolata gianduia
70 ml panna fresca
120 g granella di nocciole
nocciole tostate
nocciole tostate
500 g di cioccolata fondente 75%

Tritate la cioccolata gianduia
Scaldate la panna in un pentolino e appena comincia a fare le bollicine sui bordi, allontanatela dal fuoco. Versate subito la cioccolata tritata e con una spatola mescolate finchè non si è sciolta tutta.
Aggiungete la granella e mescolate
Fate riposare in frigo una mezz'ora, dopodichè ponete il tutto in una sac a poche e formate tante palline su un foglio di carta forno. Mettetele in frigo per qualche minuto e poi date loro una forma più tondeggiante con le mani.
Aggiungete le nocciole in cima ad ogni pallina e rimettete in frigo
Tritate la cioccolata fondente
Mettetene circa i 3/4 a sciogliere a  bagno maria
Una volta ben sciolta aggiungete la cioccolata rimanente e mescolate. La temperatura dovrebbe scendere intorno ai 28°C. Io non avevo il termometro e ho usato la mia personalissima tecnica del dito, mi sembrava  appena appena tiepido.
Prendete le basi che sono in frigo e immergetele una ad una nella cioccolata fondente, sollevatele ed eliminate la cioccolata in eccesso. Adagiatele di nuovo sulla carta forno e fate asciugare.



Con la ricetta classica dei baci partecipo all'MTC n°45 



Nella cioccolata fondente avanzata, ho aggiunto le nocciole avanzate e sopravvissute all'assalto dei miei figli e ho fatto questi cioccolattini

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...